UNI EN 1090-2 Strutture in Acciaio

La norma specifica i requisiti per la valutazione di conformità delle caratteristiche prestazionali dei componenti strutturali di acciaio e di alluminio nonché dei kit immessi sul mercato come prodotti da costruzione.

Il recepimento dell’attuale Progetto di Norma UNI EN 1090 come norma armonizzata per la marcatura CE di prodotto correlata alla Direttiva 89/106/CE CPD, sarà il futuro per i fabbricanti di carpenterie metalliche di tipo strutturale.

Oggi gran parte dei requisiti della EN 1090 sono richiamati dal D.M. 14.01.08 NTC, in futuro saranno recepiti dal Sistema di Attestazione della Confomità 2+ e diventeranno parte integrante della certificazione secondo le Prescrizioni Comunitarie associate alla Marcatura CE, il concetto oggi applicabile ai soli Materiali Base (travi, profilati ecc) impiegati dai Centri di Trasformazione Carpenterie, sarà quindi esteso anche ai loro processi di trasformazione, attualmente alle prese con i requisiti del decreto suddetto, che prevede la denuncia di attività presso il Ministero delle Infrastrutture con la dimostrazione del possesso delle qualifiche che oramai il settore conosce ampiamente (ISO9001+ ISO3834, patentini EN 287, procedimenti EN 15614 ecc).

Con applicazione volontaria già dal 1 dicembre 2010, ed obbligatoriamente a partire dal 1 luglio 2012(ora prorogata al 1 Luglio 2014), è’ inevitabile che ancora una volta i fabbricanti si troveranno alle prese con una doppia normazione e dovranno districarsi tra legislazione nazionale e normativa comunitaria, con il grande il vantaggio di possedere già gran parte dei requisiti richiesti, in quanto oggi obbligatori ed associati alle Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni – NTC.

La Norma armonizzata EC 1-2011 UNI EN 1090-1:2009 “Esecuzione di strutture di acciaio e di alluminio Parte 1: Requisiti per la valutazione di conformità dei componenti strutturali” prevede appunto i requisiti per la Marcatura CE, secondo la Direttiva 89/106/CEE e al Regolamento Europeo n. 305/2011. Secondo la norma UNI EN 1090-1, le imprese che realizzano strutture o parti di esse, in acciaio o in alluminio, devono introdurre un controllo della produzione (FPC) conforme alla norma UNI EN ISO 3834, da sottoporre a verifica da parte di un ente notificato che rilascia il Certificato di conformità.

Questo marchio CE è una dichiarazione di conformità con la quale il fabbricante dichiara che egli ha fornito il prodotto secondo le specifiche che ha descritto nella sua dichiarazione, tale dichiarazione deve essere accettata in tutta l'intera Unione Europea e le autorità interessate non possono richiedere altri requisiti alla costruzione del prodotto. EN 1090-1 indica a quali requisiti la dichiarazione di conformità - legata al marchio CE - deve essere conforme, e quali devono essere previsti dalla dichiarazione. EN 1090-1 non contiene norme che disciplinano la progettazione strutturale e i calcoli delle costruzioni. Norme di progettazione e calcolo sono stabiliti nelle rispettive sezioni dell’ Eurocodice, mentre i requisiti di costruzione si trovano in EN 1090-2 EN 1090-3.

Per l'esecuzione tecnica dei requisiti stabiliti per le strutture marchio CE, EN 1090-1 si riferisce, in misura significativa, alla norma EN 1090-2 per la costruzione di strutture in acciaio e alla norma EN 1090-3 per la costruzione di strutture in alluminio. I requisiti per tutte le tipologie di strutture sono definiti secondo uno standard unico, sia che si tratti di una semplice tettoia di un grande edificio o una trave di carico statico di un ponte ferroviario di carico dinamico.

Tags: qualita, certificazione, strutture in acciaio, strutture, 1090, CE

Video